Che cos’è una Sitemap XML e come crearla

0
544
Che cos'è una sitemap XML e come crearla Osting.it

Se vuoi che Google e gli altri motori di ricerca sappiano del tuo sito web e che quindi vuoi che venga indicizzato e preso in considerazione, allora scopri che cos’è una Sitemap XML e come crearla.

Che cos’è una Sitemap XML?

Una Sitemap è un documento XML dove all’interno vengono specificate tutte le pagine (o almeno quelle che si voglio rendere visibili ai crawler) di un sito web.

Questi documenti aiutano gli spider dei motori di ricerca, come Google, a trovare ed analizzare tutti i link e capire quindi la struttura del tuo sito web.

Per questo motivo una Sitemap viene vista anche come un modo di organizzare e di dare una struttura ad un sito web.

Se non sai cos’è un crawler ti consiglio di dare un’occhiata alla guida: Web Crawler e spider, tutto ciò che c’è da sapere.

Perchè è indispensabile averne una?

Come già accennato, se vuoi che il tuo sito web sia indicizzato e perchè no, magari anche scalato di posizione negli indici delle ricerche di contenuti, allora è fondamentale che tu abbia una Sitemap XML.

Oltre all’indicizzazione, aumenterai il traffico e quindi gli utenti saranno più propensi a visitare il tuo sito web.

Se non sai cos’è l’indicizzazione allora leggi l’articolo: Che cos’è l’indicizzazione e come indicizzare il tuo sito web per scoprire tecniche e strategie per migliorare ed ottimizzare il tuo sito web ed incrementare le visite.

Come creare una Sitemap XML

Ora che sai di cosa si tratta e perchè è indispensabile non ti resta altro che crearne una ed inserirla nel server del tuo sito web.

La creazione di una Sitemap XML è molto semplice e abbastanza veloce da effettuare.

Potrai scegliere di crearla attraverso siti web in rete o crearne una da zero con le tue mani o optare per crearne una in rete ed in seguito modificarla a tuo piacimento.

Per crearla manualmente ti basterà innanzitutto creare un file XML, per farlo apri qualsiasi editor di testo come Notepad, ed inserisci come prima riga:

Che cos'è una Sitemap XML e come crearla Osting.it

Dopodichè salva il file in formato .XML ed aprilo.

A questo punto non ti resta altro che inserire gli URL che vorrai indicizzare.

Ogni URL che inserirai sarà dovrà essere scritto in questo modo:Che cos'è una Sitemap XML e come crearla Osting.it

Trai i tag <loc> dovrai inserire l’indirizzo per intero della pagina, mentre tra i tag <lastmod> dovrai inserire la data dell’ultima modifica della pagina.

I tag <changefreq> e <priority> a differenza degli altri sono opzionali ed indicano rispettivamente la frequenza di quanto la pagina viene modificata e la priorità.

La priorità indica l’importanza che attribuisci a quella pagina e quindi in che posizione debba comparire nell’indice di un crawler.

I valori possibili da assegnare al tag <changefreq> sono:

  • always – Se la pagina viene modificata sempre.
  • hourly – Se la pagina viene modificata ogni ora.
  • daily – Se la pagina viene modificata giornalieralmente.
  • weekly – Ogni settimana.
  • monthly – Ogni mese.
  • yearly – Ogni anno.
  • never – Se la pagina non viene mai modificata.

I valori per il tag <priority> invece possono variare da 0.0 a 1.0, se il tag viene omesso il valore di default sarà 0.5.

Se vuoi optare per una creazione automatica, ti basterà visitare uno dei tanti siti web disponibili in rete.

Uno dei più famosi, utilizzati e anche raccomandati da Google è Sitemaps.com.

Ti basterà inserire l’URL del tuo sito web, avviare la creazione e scaricarla gratuitamente in seguito.

Se hai un sito web WordPress invece, potrai sempre fare affidamento su tantissimi plugin presenti nello store.

Il più utilizzato è Google XML Sitemaps, un utilissimo plugin disponibile gratuitamente e molto semplice da utilizzare.

Ricorda infine queste semplici regole affinchè la tua Sitemap risulti la migliore possibile:

  • Non superare 50MB e 50000 URL – Se superi questa soglia dovrai creare un’ulteriore Sitemap XML.
  • Utilizza URL uniformi e completi – Ricorda di inserire i tuoi URL in modo completo senza tralasciare www o le estensioni.
  • Suddividi le Sitemap – Anche se non supera i 50MB decidere di suddividere la Sitemap in più file, beneficerà nelle scansioni dei crawler, che risulteranno più veloci e sovraccaricheranno meno il server del tuo sito web.
  • Utilizza solo la codifica UTF-8 – Non utilizzare caratteri alfanumerici e latini.

Questi sono solo alcune delle linee guida principali, per saperne di più a riguardo ti consiglio di dare un’occhiata alla Search Console di Google nella sezione Centro assistenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.